L'economia del 2022 continuerà a riprendersi, ma i problemi rimangono

Di LISA KLEIN

La pandemia ha provocato una crisi economica molto breve, diversa da qualsiasi altra, e mentre il mondo si è ripreso rapidamente, i settori manifatturiero e dei servizi sono rimasti indietro.

Gli individui benestanti hanno generalmente beneficiato dell'economia COVID-19, ma ne stanno risentendo anche in termini di acquisti e attività, una tendenza che si prevede continuerà nel 2022.

"Non importa quanti soldi abbiano, non possono spendere per il tipo di servizi ad alto contatto che molti di loro erano abituati ad avere e che erano stati integrati nelle loro vite", ha detto Marci Rossell, capo economista di Leading Real Estate Companies of the Worlddurante il 2021 Affluence Forum di Luxury Portfolio International.

Alti e bassi

Nella primavera del 2020, interi Paesi hanno chiuso i battenti e sono stati costretti a continuare a limitare i settori della ristorazione, dei viaggi e dell'ospitalità. Anche il settore manifatturiero e quello navale sono stati costretti a fermarsi a causa del COVID-19 e si sono verificati licenziamenti di massa in numerosi settori.

Naturalmente, anche l'economia globale non è rimasta immune, ma la flessione che ha subito è stata diversa da una normale recessione.

"Ciò che l'ha resa diversa da altre flessioni è che è arrivata dall'esterno dell'economia e si è spostata all'interno piuttosto che all'interno dell'economia e si è spostata all'esterno", ha detto Rossell.

Le recessioni degli anni '70 sono iniziate nell'industria petrolifera, mentre nel 2008 tutto è partito dal settore immobiliare per poi estendersi ad altre aree dell'economia.

Con la pandemia di coronavirus, le cose sono precipitate in un colpo solo a causa di un fattore non economico.

Inoltre, in circostanze normali, una recessione economica porta tipicamente a una diminuzione della ricchezza personale.

"Questa volta, il valore dei portafogli e delle case delle persone potrebbe essere sceso drasticamente in un periodo di tre mesi, ma tutto si è ripreso molto rapidamente", ha detto Rossell.

Dopo lo shock iniziale della pandemia, il valore delle azioni, delle obbligazioni e degli immobili - i principali contenitori della ricchezza personale - è in realtà aumentato drasticamente.

Secondo la signora Rossell, il solo mercato azionario è salito del 30% in tutto il mondo, per di più rispetto ai livelli pre-pandemici.

"L'anno scorso la ricchezza è aumentata di quasi 28.000 miliardi di dollari a livello globale", ha dichiarato.

"Per metterlo in prospettiva, l'economia degli Stati Uniti è un'economia da 22.000 miliardi di dollari", ha detto. "Quindi, in termini di ricchezza, è come se si aggiungesse al globo l'intera economia statunitense, più una parte".

Credito d'immagine: Getty Images
Domanda e offerta

Il rapido aumento della ricchezza ha determinato un forte incremento della domanda nel corso dell'anno passato, con le industrie colpite dalla pandemia che hanno faticato a tenere il passo.

"Il 2021 è stato un anno in cui l'economia globale si è davvero ripresa in termini di attività economica e la crescita è aumentata", ha dichiarato Rossell. "Molti settori sono esplosi in termini di rapidità di ripresa".

In qualche modo, però, nonostante il tasso di disoccupazione pandemico iniziale, ora c'è una carenza di manodopera in molti settori, causata dalla natura insolita della crisi del 2020.

Sebbene qualsiasi recessione economica comporti la perdita di posti di lavoro, di solito ciò avviene in un lungo periodo di tempo. Nel 2020, le persone sono state immediatamente separate dal loro datore di lavoro e spesso anche dal luogo in cui vivevano.

"Una volta che glielo si taglia, non tornano a fare lo stesso lavoro, non tornano nella stessa città, non tornano allo stesso modo in cui vivevano prima", ha detto la Rossell. "E quindi questo sta causando un vero e proprio attrito nei mercati del lavoro".

Inoltre, la generazione Z è molto più piccola di quella dei millennial e ogni anno, solo negli Stati Uniti, ci sono 400.000 diciottenni in meno che entrano nel mondo del lavoro.

L'elevata domanda e la carenza di manodopera hanno provocato uno shock da cartellino per molti, con aumenti dei prezzi di beni e servizi, prezzi immobiliari alle stelle e un'inflazione del 5%.

"Questi numeri sull'inflazione sono qualcosa che non si vedeva da decenni", ha detto Rossell. "E questo fa preoccupare la gente: il mercato azionario sta per crollare, c'è una bolla immobiliare?".

Previsione 2022

L'economista non crede che nel 2022 si assisterà allo scoppio di bolle, soprattutto per quanto riguarda il mercato immobiliare.

Durante la pandemia, le persone hanno acquistato case sempre più grandi perché avevano bisogno di spazio per lavorare, studiare e divertirsi. Ma pandemia o no, i millennial hanno acquistato comunque queste case, perché stanno passando a una nuova fase della vita orientata alla famiglia.

Inoltre, gli acquirenti di case possono permettersi ciò che stanno acquistando questa volta, molti dei quali hanno fatto offerte in contanti per gli immobili di recente.

Tuttavia, ci saranno alcune cose che il denaro non può ancora comprare.

"Le fabbriche di tutto il mondo stanno sfornando merci per cercare di farle arrivare ai clienti", ha detto la signora Rossell. "Ma non ci sono camionisti, né personale di banchina, per portarli dalle navi alle nostre case, ai nostri negozi, a causa dei problemi del mercato del lavoro".

La carenza di manodopera nei settori dei viaggi, del tempo libero e dell'intrattenimento ha anche peggiorato l'esperienza, soprattutto nel mercato del lusso, dove i consumatori sono abituati a una certa qualità del servizio.

"Se sei una persona con un alto patrimonio netto, che ha un sacco di reddito, un sacco di ricchezza - si sta accumulando nel tuo portafoglio azionario, si sta accumulando nel valore della tua casa", ha detto la signora Rossell. "Vuoi spendere soldi per le cose e in alcuni casi non puoi farlo".

Sebbene la dottoressa abbia avvertito che questi problemi sono solo temporanei, ciò potrebbe non essere sufficiente per alcuni.

"Penso che il 2022 potrebbe essere un anno di frustrazione", ha detto Rossell.