Prada, Miu Miu presentano universi di vacanza paralleli

Di AMIRAH KEATON

I marchi di moda italiani Prada e Miu Miu affrontano gli stessi temi con star diverse.

Le rispettive uscite natalizie della coppia offrono una visione separata dell'individualità in questa stagione. Pubblicate a poche settimane di distanza l'una dall'altra, un confronto tra le due campagne rivela in modo sottile ciò che ciascuna casa produttrice sa fare meglio.

Un momento con Miu Miu

La Miu Miu Holiday 2023 ha come protagonista l'attrice britannica Emma Corrin, vista in compagnia in un nuovo video.

Per l'incarico di marca, il talento incanala un po' del mistero per cui è diventata famosa interpretando ruoli come quello della Principessa Diana in The Crown di Netflix.

In uno slot di 45 secondi, il protagonista occupa uno spazio privato e rivestito di moquette, che il marchio di lusso suggerisce essere aperto a infinite possibilità.

La protagonista di Miu Miu occupa uno spazio privato, aperto a infinite possibilità. Crediti immagine: Miu Miu

Apparendo "a casa", la signora Corrin viene mostrata da sola, anche se apparentemente consapevole della presenza della telecamera, mentre svolge varie attività, smistando bauli e lanciando pezzi di giochi dal pavimento.

La sua noia sicura di sé risplende negli scatti della fotografa americana Zoë Ghertner e nella direzione artistica del creativo londinese Edward Quarmby.

Avvistata tra le cornici, Miu Miu ha annunciato una collaborazione con il produttore americano di apparecchiature Marshall Electronics: la partnership prevede l'acquisto di una linea congiunta di cuffie per la For Holiday 2023.

Anche Polaroid, azienda produttrice di pellicole istantanee, ha collaborato con il marchio, creando fotocamere e cinturini coordinati con il marchio per l'iniziativa.

Nell'espressione di Miu Miu, alla protagonista della penultima stagione di The Crown di Netflix è stato dato il ruolo di una persona a proprio agio nella propria pelle, vestita con i capi della collezione vacanze del marchio.

L'esperta di moda russa Lotta Volkova accosta i capi formali, dalle giacche cardigan e le gonne a matita ai ricami di cristallo e ai look a strati, tutti reinterpretati.

"Giacche cardigan e micro-mini o gonne a matita al ginocchio vengono indossate sopra la lingerie", ha dichiarato il marchio. "Gli accostamenti improbabili continuano a sorprendere".

Nel complesso, l'atteggiamento e l'abbigliamento di Corrin lasciano intendere che la giovane starlette può decidere di fare qualsiasi cosa nel suo tempo libero, godendo di una libertà illimitata.

Prada si lancia nella "Privatesfera

La campagna di Prada si avvicina ad alcuni degli stessi concetti. Privatesphere intitola la sua consegna per le vacanze coinvolgendo gli ambasciatori del marchio.

Gli attori Maya Hawke, Damson Idris, Louis Partridge e Kim Tae-Ri, tutti dotati di un fascino globale, sono al centro di una serie di baccelli che fluttuano in spazi celestiali fittizi, il cui contenuto immaginifico è stato girato dall'olandese Willy Vanderperre.

La "Privatesphere" di Prada fa riferimento alla storia del marchio con il suo pavimento a scacchi. Crediti immagine: Prada

Anche l'estratto spinge i limiti dell'immaginazione, ma in modi diversi.

Mentre gran parte delle attività e delle collezioni di Miu Miu sono orientate al presente, con aggiornamenti moderni alle silhouette classiche, il marketing di Prada è futuristico a prima vista e, a uno sguardo più attento, si allinea più strettamente ai codici del marchio.

Questa differenza è evidente se si considera il tempo che il marchio di punta ha avuto per sviluppare le proprie firme: Prada è stata fondata nel 1913, mentre la storia di Miu Miu inizia nel 1992.

Con quasi un secolo di distanza tra i due marchi, la differenza di anni rimane il principale punto di caratterizzazione quando si tratta delle parole più facilmente associabili a una delle due parti, con Prada che evoca visioni di una certa raffinatezza e intellettualità(vedi storia).

Nel frattempo, Miu Miu viene descritta come la sorella minore di Prada, divertente, meno complicata e a volte lunatica, o come disse una volta Miuccia Prada, "Miu Miu è molto più ingenua".

I riassunti sembrano valere anche in questo caso, poiché Privatesphere adotta un approccio più elevato, basato su richiami alla storia della maison.

Per esempio, il pavimento in marmo a scacchiera che compare nelle immagini fa riferimento a un trattamento identico che ornava il suolo della storica boutique Prada fondata a Milano nell'anno della sua fondazione.

Inoltre, i protagonisti dell'etichetta non interpretano personaggi in sé. Ciò che il pubblico vede è ciò che ottiene: il gruppo interpreta se stesso, abitando le proprie bolle, mentre Prada "immagina la stagione delle vacanze attraverso la fantasia di un viaggio personale".

È in questo dettaglio finale che emerge l'incrocio tra gli effetti delle vacanze di Prada e Miu Miu. In definitiva, sia Privatesphere che la sua controparte contemporanea si completano a vicenda.

Condividendo l'obiettivo della scoperta, che sia di sé, dell'ambiente circostante o di entrambi, e la coltivazione dello spazio necessario per farlo, queste sinergie permettono di comprendere i punti di forza e il posizionamento unico di Prada e Miu Miu, due dei marchi di lusso più popolari a livello globale che continuano a salire alla ribalta(vedi articolo).

Questo articolo è apparso originariamente su LuxuryDaily.com. Luxury Portfolio è lieto di offrirvi le ultime tendenze e gli approfondimenti grazie alla nostra partnership esclusiva con la destinazione principale per le notizie sul lusso. Abbonatevi oggi stesso.