Il primo servizio ferroviario di lusso dell'Arabia Saudita sarà lanciato nel 2025

Da LUXURY DAILY NEWS SERVICE

L'azienda italiana di ospitalità Arsenale Group e la compagnia ferroviaria Saudi Arabia Railways (SAR) stanno avviando la produzione di un progetto miliare.

È iniziata la costruzione di quello che, secondo le compagnie, diventerà il primo servizio di locomotive di lusso dell'Arabia Saudita. Con 40 cabine opulente e vantaggi esclusivi, le prenotazioni per il Sogno del Deserto saranno aperte a breve.

"Siamo grati per l'opportunità di rafforzare la presenza internazionale di Arsenale con l'arrivo del primo treno di lusso in Arabia Saudita", ha dichiarato Paolo Barletta, CEO del Gruppo Arsenale, in un comunicato.

"Vorrei esprimere la mia gratitudine a Sua Eccellenza Saleh Al Jasser e all'amministratore delegato della SAR Bashar bin Khalid Al Malik, che hanno prontamente abbracciato e creduto in questo progetto", ha dichiarato Barletta. Un sentito ringraziamento va anche a tutte le autorità e agli stakeholder del settore turistico che ci hanno sostenuto nella realizzazione della nostra visione".

"Le prime fasi di produzione delle carrozze di Dream of the Desert sono iniziate di recente in Italia e non vediamo l'ora che il nostro primo treno debutti nel Regno nei prossimi anni".

Sogno del deserto

Dalla capitale del Paese, Riyadh, a Qurayyat, vicino alla Giordania, il treno coprirà 800 miglia di terreno.

Chi è a bordo avrà la possibilità di vedere città vivaci, dune, oasi e siti archeologici patrimonio dell'UNESCO, avendo un assaggio della natura multiforme dell'Arabia Saudita.

Il Gruppo Arsenale e SAR stanno fornendo aggiornamenti: le prenotazioni, che comprendono itinerari di una o due notti, saranno disponibili nel 2024.

La produzione del treno sarà completata entro l'estate del 2025 e il viaggio inaugurale di Dream of the Desert dovrebbe partire più tardi nello stesso anno.

Attualmente in costruzione in Italia, il design del treno unisce due culture. Può ospitare 82 passeggeri nei suoi 15 vagoni e comprende un ristorante di alto livello.

Questo è solo uno degli ultimi passi avanti compiuti dai funzionari della nazione ospitante per potenziare il settore dei viaggi e dell'ospitalità.

Il Paese era in gran parte chiuso al turismo straniero, ma ha aperto le sue porte nel 2019. Da allora ha speso miliardi per potenziare le infrastrutture e il marketing per le folle internazionali.

Con l'obiettivo di assicurarsi 70 milioni di turisti globali all'anno, la nazione sta pianificando di spendere oltre 800 miliardi di dollari per il relativo sviluppo nel prossimo decennio.

Il lusso ha già contribuito a questa evoluzione dell'identità nazionale(vedi storia), con molti marchi del settore che stanno espandendo la loro presenza in Arabia Saudita.

Questo articolo è apparso originariamente su LuxuryDaily.com. Luxury Portfolio è lieto di offrirvi le ultime tendenze e gli approfondimenti grazie alla nostra partnership esclusiva con la destinazione principale per le notizie sul lusso. Abbonatevi oggi stesso.