Dormi nel lusso e nella storia in questi famosi hotel

Di LISA KLEIN

Gli alloggi di lusso sono noti per l'opulenza, lo stile e l'ospitalità impeccabile. Ma c'è una classe di hotel iconici tutta per sé che attrae l'élite con storie storiche, servizi ad ogni costo e il know-how per mostrare agli ospiti i momenti migliori. Ecco alcuni dei nostri preferiti.

Palazzo Copacabana - Rio de Janeiro, Brasile

Nella foto qui sopra, questo capolavoro art déco è stato inaugurato nel 1923, di fronte alla famosa passerella a mosaico in bianco e nero di Rio e all'omonima spiaggia.

Visitato fin dall'inizio dai reali e dai ricchi e famosi, l'hotel è decollato dopo l'apertura, negli anni '30, di un salone latino che metteva in mostra i migliori talenti musicali di tutto il mondo. I suoi spettacoli divennero un'attrazione tale da ispirare il brano di Barry Manilow Copacabana (At the Copa).

Il Copacabana ospita ancora oggi una venerata festa di Capodanno e la festa d'inizio del Carnaval di Rio.

Claridge's - Londra, Inghilterra, Regno Unito.

Costruito nel 1856, questo rifugio in mattoni rossi nacque come hotel gestito in una sola casa da William e Marianne Claridge, che qualche anno dopo acquistarono cinque edifici adiacenti e li unirono.

L'hotel divenne presto uno dei preferiti dai reali e dalle celebrità, ospitando nella sua grande sala da ballo feste dell'Età del Jazz, dignitari stranieri negli anni '40 e star della Golden Age hollywoodiana negli anni '50.

Il Claridge's continua a essere un luogo di incontro per star del cinema, modelle, stilisti e socialite.

Immagine per gentile concessione di Maybourne

Hotel Badrutt's Palace - St. Moritz, Svizzera

Il Badrutt's Palace Hotel è stato gestito da generazioni della stessa famiglia sin dalla sua apertura nel 1896 in quella che oggi è una delle più esclusive località sciistiche delle Alpi svizzere.

Molto più di una semplice stazione sciistica, il palazzo ha mantenuto la sua reputazione chic dall'epoca del Grand European Tour al jet-set degli anni '60 e '70 fino ad oggi.

Conosciuto per le sue feste esagerate, le piscine interne a sfioro e quelle esterne riscaldate con vista sulle montagne e le vibrazioni da paese delle meraviglie sia in inverno che in estate.

Immagine per gentile concessione di Badrutt's Palace

The Plaza - New York, New York, Stati Uniti.

Definito "il più grande hotel del mondo" quando fu inaugurato nel 1907, l'hotel Plaza di New York, affacciato su Central Park, è il luogo in cui il "who's who" del mondo viene a vedere ed essere visto.

L'architetto Frank Lloyd Wright vi ha vissuto per sei anni durante la progettazione del Guggenheim Museum negli anni Cinquanta, Truman Capote vi ha ospitato il suo famigerato Ballo in bianco e nero nel 1966 e innumerevoli ospiti di spicco vi hanno dormito, dai Beatles ai Kennedy.

Le scene de Il grande Gatsby di F. Scott Fitzgerald si svolgono nell'hotel, dove l'autore era un habitué, così come l'amata serie di libri Eloise di Kay Thompson.

Immagine per gentile concessione di The Plaza - un hotel gestito da Fairmont

Il Ritz - Parigi, Francia

Cesar Ritz aprì il suo omonimo hotel nel 1898, il primo al mondo a disporre di telefono, vasca da bagno ed elettricità in ogni camera.

I frequentatori abituali del Ritz sono infiniti, dalle élite letterarie come Marcel Proust ed Ernest Hemingway, che frequentava così tanto il Petit Bar che ora porta il suo nome, ai reali d'Europa. La principessa Diana vi consumò il suo ultimo pasto in una suite. L'icona della moda Coco Chanel ha vissuto qui per 34 anni, con il suo atelier di fronte.

Il primo chef esecutivo dell'hotel è stato nientemeno che Auguste Escoffier, il fondatore dell'alta cucina moderna, a cui è intitolata la scuola di cucina all'interno dell'hotel.

Foto di Vincent Leroux, per gentile concessione del Ritz Hotel Paris

Hotel Beverly Hills - Beverly Hills, California, Stati Uniti.

Vero e proprio punto di riferimento di Hollywood, l'hotel di Beverly Hills è stato costruito nel 1912, due anni prima che la città venisse incorporata, e ha attirato le star del cinema fin dalla sua apertura: l'ingresso con il tappeto rosso e la combinazione di colori rosa e verde, una rielaborazione degli anni '40, sono ormai un simbolo di Tinseltown.

Charlie Chaplin, Howard Hughes e Marilyn Monroe hanno tutti vissuto per un certo periodo nei famosi bungalow indipendenti dell'hotel, che era anche il preferito di Elizabeth Taylor, che vi trascorse sei delle sue otto lune di miele.

Le star si trovano ancora in piscina o nel Polo Lounge, dove Frank Sinatra e il Rat Pack si fermavano regolarmente fino alla chiusura.

Foto per gentile concessione di Dorchester Collection

Raffles - Singapore

Chiamato così in onore di Sir Stamford Raffles, diplomatico britannico a cui si deve la fondazione della moderna Singapore, l'hotel Raffles è sempre stato sinonimo di esplorazione in Asia orientale.

Aperto nel 1887, con l'aggiunta dell'edificio principale nel 1899, il Raffles' Bar & Billiard room ha visto nascere e crescere nuove storie: Il cocktail Singapore Sling è stato inventato qui, mentre l'ultima tigre dell'isola è stata uccisa all'interno del bar nel 1902.

L'hotel era il preferito di importanti scrittoridel XIX secolo come Joseph Conrad e Rudyard Kipling, e ospitava spesso anche i loro omologhidel XX secolo, Somerset Maugham e James Michener.

Immagine per gentile concessione di Accor