sostenibilità

Sostenibilità e settore immobiliare di lusso: un matrimonio improbabile?

Di MICKEY ALAM KHAN

Se torniamo indietro di quattro o cinque anni, sostenibilità e immobili di lusso non sono un binomio che viene spontaneo pensare. È giusto dire che gli sviluppatori, gli architetti, i progettisti e gli acquirenti di case coinvolti nel settore non sono sempre stati in prima linea nell'agenda ambientale. Ma le cose stanno cambiando.

Per necessità e per scelta, il settore immobiliare di lusso è al centro di un più ampio cambiamento culturale adottato dall'industria in generale.

Nessuna scappatoia

Per essere chiari: un atteggiamento serio nei confronti della sostenibilità è richiesto a chiunque nel settore immobiliare, se vogliamo affrontare la questione più importante del nostro tempo. Per fortuna questo è un sentimento condiviso da tutti.

Gli investimenti sostenibili, l'ESG e la tecnologia intelligente sono solo alcuni dei temi centrali che hanno caratterizzato l'agenda del settore negli ultimi anni, mentre il tempo dedicato al settore immobiliare alla COP26 è la prova di una crescente prospettiva politica.

Per quanto riguarda più specificamente il settore immobiliare di lusso, alcuni sostengono che la responsabilità sia ancora maggiore, data la sua forza finanziaria e la sua capacità di creare e innovare.

Il lusso, nel suo complesso, ha sempre assunto questo ruolo con orgoglio ed entusiasmo, che si tratti di moda, automobili, viaggi o immobili. Anche la concorrenza del mercato è un fattore inevitabile.

Ridurre drasticamente la nostra produzione di carbonio non significa necessariamente tornare alle origini. Si tratta di utilizzare gli eccezionali progressi che abbiamo compiuto nei settori della scienza, della tecnologia e dell'economia per costruire un mondo migliore. Il capitalismo e l'innovazione facilitata dal libero mercato ne sono una parte essenziale.

Pochi settori lo dimostrano meglio di quello degli immobili di lusso.

Un'ambiziosa strategia di sostenibilità è diventata un punto di forza per sviluppatori, progettisti, architetti e altri importanti stakeholder.

I costruttori di case principali sono in feroce competizione tra loro per incorporare le tecnologie più recenti: tetti e pareti viventi, sistemi di automazione premium e sistemi di conservazione sono balzati in cima alla lista delle priorità.

I grandi boschi, i laghi e le riserve ecologiche, spesso associati al mercato dell'usato, vengono apprezzati sotto una nuova luce e utilizzati più comunemente per motivi pratici.

Orti e frutteti vengono installati per la produzione di alimenti biologici e per altri scopi legati al ciclo di vita, mentre i sistemi di filtraggio dei laghi sono sempre più diffusi.

I proprietari di case di lusso sono sempre più interessati ad essere in sintonia con la natura. Allo stesso modo, includono sempre più spesso nei loro criteri di ricerca caratteristiche ecologiche all'avanguardia, felici di pagare quello che molti commentatori hanno definito il premio verde. È inoltre sempre più evidente il riconoscimento dei vantaggi finanziari a lungo termine di una casa con un'impronta ambientale ridotta.

pannelli solari sul tetto
I costruttori, gli architetti, i designer e gli acquirenti di case di fascia alta non sono sempre stati in prima linea nell'agenda ambientale, ma le cose stanno cambiando.
Assumere il ruolo di guida

La nostra rete, che comprende le più importanti agenzie indipendenti di intermediazione immobiliare di lusso del mondo, sta registrando una domanda senza precedenti in questo senso.

Stiamo persino assistendo all'attuazione dell'agenda della sostenibilità al di fuori della terraferma.

Le considerazioni ecologiche sono alla base della costruzione di molte isole artificiali nei centri di lusso di tutto il mondo.

Il progetto Heart of Europe di Dubai, che prevede la costruzione di hotel, ville di lusso, negozi e strutture per il tempo libero su sei isole, diventerà il primo progetto al mondo a zero scarichi e zero microplastiche.

Tutti questi fantastici progressi avvengono in un quadro politico in evoluzione. I responsabili delle decisioni hanno preso le misure necessarie per garantire che tutti facciano la loro parte.

Le conversazioni in corso sulle procedure di benchmarking ambientale e sugli standard unificati continueranno ad essere tra le priorità dell'agenda, che include il sistema di valutazione Leadership in Energy and Environmental Design (LEED) ideato negli Stati Uniti.

Nonostante sia stato lanciato negli anni '90, il LEED è sempre più considerato dagli operatori del settore immobiliare di lusso come il Santo Graal.

Forse questo è un simbolo del rapporto tra immobili di lusso e sostenibilità, che ha richiesto un po' di tempo per realizzarsi, ma che ora è in primo piano.

Questo articolo è apparso per la prima volta su PrimeResi.