I migliori parchi statunitensi per le visite di primavera

Di LISA KLEIN

La primavera è il momento in cui la vita ricomincia a fiorire dopo un lungo inverno e nei parchi nazionali di tutti gli Stati Uniti la natura inizia a mostrare il suo volto ancora una volta.

Grazie al clima generalmente mite, alla minore affluenza di pubblico e agli scenari mozzafiato, la primavera è un periodo meraviglioso per visitare alcune delle riserve naturali più visitate degli Stati Uniti.

Ecco alcune scelte di punta per la stagione:

Parco nazionale del Saguaro
Getty Images

Questo parco nel sud dell'Arizona ospita il famoso cactus saguaro, che non cresce in nessun'altra parte del mondo.

Gigantesche colonne a spillo con braccia piegate verso l'alto, questi cactus possono crescere fino a 60 piedi di altezza e vivere per 200 anni.

In primavera non c'è niente di meglio che vedere i saguari in fiore.

Da metà aprile a giugno, enormi fiori bianchi iniziano a spuntare dalle cime e dalle punte dei cactus, creando uno spettacolo mozzafiato prima di trasformarsi in frutti rossi altrettanto appariscenti.

Parco nazionale delle Great Smoky Mountains
Getty Images

La vita è davvero abbondante in questo parco a cavallo tra il North Carolina e il Tennessee.

La foresta di latifoglie è piena di nuove foglie verdi. Le escursioni in tutta la montagna portano i visitatori a vedere splendidi panorami che si affacciano sul paesaggio.

In primavera il suolo della foresta è ricoperto da fiori bianchi, gialli, arancioni, rossi, rosa e viola.

Nel parco c'è anche la possibilità di vedere giovani animali selvatici, come alci e orsi neri appena nati.

A maggio e giugno, un turbinio di lucciole che si accoppiano illumina le notti.  

Parco nazionale dello Yosemite
Getty Images

È quasi certo che nel famoso parco della California settentrionale ci sia ancora neve in primavera, grazie all'altitudine e al terreno montuoso.

Alcune strade possono essere chiuse fino a maggio o giugno, mentre altre rimangono aperte tutto l'anno.

Nonostante la copertura del suolo, il parco prende letteralmente vita in primavera.

Quando l'enorme quantità di neve inizia a sciogliersi, provoca un'impetuosa corrente d'acqua nei torrenti e nei fiumi di tutta l'area e rende la stagione migliore per ammirare cascate grandi e piccole.

Ci sono anche cascate non segnalate che appaiono solo in primavera.

Parco nazionale del Grand Canyon
Getty Images

Il clima invernale ed estivo è rigido in questo parco che racchiude una delle sette meraviglie naturali del mondo.

La primavera offre una tregua dal caldo e dal freddo, consentendo escursioni più lunghe e prolungando lo sguardo sull'enorme canyon e sul fiume Colorado che scorre in basso.

Questa stagione è un buon momento per fare escursioni sotto il bordo, poiché il ghiaccio si è sciolto dai sentieri.

I visitatori possono scorgere fiori del deserto in fiore e animali selvatici che approfittano del tempo. Potranno anche vedere una spolverata di neve o il preferito dei fotografi: il canyon che si riempie di nebbia.