Le donne rappresentano il 54% dei proprietari di case di lusso sotto i 35 anni: rapporto SOLRE

Di LISA KLEIN

Le donne rappresentano il 54% dei proprietari di case di lusso sotto i 35 anni, il che indica una significativa presenza femminile nell'acquisto di immobili di lusso.

Secondo un nuovo studio di Luxury Portfolio International, un numero maggiore di donne sta salendo la scala aziendale e sta raggiungendo il successo finanziario da solo, con una percentuale uguale di uomini e donne ai vertici aziendali (48%) che dichiarano di ricoprire posizioni di leadership esecutiva. Ciò si riflette nell'evoluzione demografica dei proprietari di case di lusso.

"Le giovani donne benestanti sono in procinto di livellare il campo di gioco, sfruttando il potere d'acquisto, l'accumulo di ricchezza, l'istruzione e le posizioni aziendali per prendere decisioni serie in campo immobiliare già nelle prime fasi della loro vita", ha dichiarato Mickey Alam Khan, presidente di Luxury Portfolio con sede a New York. "Questo ha importanti ramificazioni per i marchi e i rivenditori che si rivolgono ai proprietari di case e al settore immobiliare di lusso".

Un affare di famiglia

La ricerca di Luxury Portfolio ha rivelato alcuni interessanti cambiamenti e differenze di valore tra i consumatori di lusso della Gen Z e i giovani millennial.

Mentre gli uomini continuano a dominare la proprietà di case di lusso nelle fasce di età più avanzate (59% dei 35-64enni), le donne rappresentano il 54% dei proprietari di immobili di lusso sotto i 35 anni. Il 48% delle donne più giovani dichiara inoltre di ricoprire posizioni dirigenziali sul lavoro.

Anche le dinamiche familiari stanno cambiando: un numero maggiore di consumatori sotto i 35 anni rimane single (18%) e solo il 77% dichiara di essere sposato. Solo il 6% dei consumatori di età superiore dichiara di essere single, mentre l'88% è sposato.

Nonostante questa differenza, il gruppo di età più giovane sembra avere "valori familiari" più elevati rispetto alle loro controparti più anziane.

Mentre il 68% di entrambi i gruppi vuole garantire la ricchezza generazionale, il 92% dei giovani sotto i 35 anni ha dichiarato di dare priorità alla sicurezza finanziaria della famiglia, contro l'87% dei proprietari più anziani, e il 65% dei giovani sotto i 35 anni vuole garantire una sicurezza finanziaria continua alla propria famiglia, contro il 56% dei giovani dai 35 anni in su.

La fascia d'età più giovane è anche quella che possiede più proprietà in famiglia: il 52% di loro, infatti, rispetto al 38% dei proprietari più anziani.

Spostamenti di priorità

Quando si parla di sostenibilità, tutti i gruppi di età compiono piccoli passi, come l'utilizzo di borse e bottiglie d'acqua riutilizzabili.

Ma le generazioni più giovani sono più disposte a fare grandi passi avanti nella casa: Il 74% ha dichiarato che la sostenibilità è un fattore importante nei criteri di ricerca della casa e il 52% è disposto a pagare di più per le caratteristiche di sostenibilità, rispetto al 62 e al 47%, rispettivamente, delle generazioni più anziane.

La maggior parte dei proprietari di case di lusso intervistati (91%) sta pensando di effettuare altri investimenti immobiliari.

I condomini multifamiliari sono una scelta popolare per tutte le fasce d'età.

È interessante notare che gli acquirenti più giovani investono maggiormente in immobili adibiti a ufficio (45% contro 37%) e in immobili situati in città universitarie (22% contro 9%). I giovani sotto i 35 anni cercano anche case per le vacanze a un tasso molto più alto.

Non sorprende che i consumatori più giovani siano molto più interessati a possedere proprietà digitali o metaverse: il 25% lo fa, mentre solo il 19% dei consumatori più anziani lo fa.

Consiglio dell'agente

Per gli agenti immobiliari che desiderano attingere al mercato dei giovani proprietari di case, non dovrebbero guardare oltre i marchi di lusso preferiti da questi consumatori per trarne ispirazione.

Mentre entrambe le fasce d'età si aspettano il riconoscimento del nome da parte dei marchi che scelgono, le generazioni più giovani attribuiscono grande importanza all'originalità, all'esclusività, alla reputazione e alla responsabilità sociale.

Per quanto riguarda le competenze del loro agente, tutte le fasce d'età hanno riferito un interesse simile per un professionista immobiliare che abbia accesso a servizi esclusivi, attenzione ai dettagli, una strategia di marketing digitale e conoscenza del mercato locale.

Tuttavia, i proprietari di case più giovani hanno mostrato una preferenza significativa per l'affiliazione al marchio dell'intermediario (38% contro 28%) e per la capacità del loro agente di utilizzare strumenti ad alta tecnologia (32% contro 19%).

I consumatori più giovani si rivolgono ai social media anche per i contenuti immobiliari, come foto e video delle case e uno sguardo dietro le quinte del mercato del lusso.

Tuttavia, la sfera digitale non sostituirà presto le visite di persona o l'importanza degli agenti. Il 43% degli under 35 ha dichiarato di preferire un professionista del settore immobiliare come risorsa.